Archivi del mese: Marzo 2012

Granuloma Eosinofilico Felino

Un problema……COMPLESSO!!

In passato chiamato GRANULOMA EOSINOFILICO FELINO, oggi (a causa delle manifestazioni cliniche estremamente variabili che coinvolgono la cute e la cavità orale) ha mutato il proprio nome in COMPLESSO delle MALATTIE EOSINOFILICHE FELINE. Continua a leggere

FIP – Peritonite Infettiva Felina

E’ l’acronimo di Feline Infectious Peritonitis, in italiano peritonite infettiva felina.
La FIP è causata da un coronavirus che è la mutazione di un Coronavirus Enterico Felino e, ad oggi, è ancora sconosciuto il perché questo virus, che causa lievi problemi intestinali, muti poi nel pericoloso virus della FIP. Continua a leggere

FIV – Immunodeficienza Felina

FIV è l’acronimo di Feline Immunodeficiency Virus che in italiano significa Immunodeficienza felina e che è paragonabile all’ HIV umano.
I gatti infettati dalla FIV hanno un sistema immunitario danneggiato che ha quindi una ridotta capacità di opporsi alle infezioni. Continua a leggere

FeLV – Leucemia Virale Felina

FeLV è l’acronimo di Feline Leukemia Virus, in italiano leucemia virale felina. Non è contagiosa verso l’uomo oppure verso gli altri animali, ma lo è unicamente verso un altro gatto.
La leucemia felina, scoperta negli anni Sessanta, è un retrovirus che attacca il sistema immunitario del gatto riproducendo il virus stesso all’interno del suo corpo ospitato nelle cellule del gatto. Continua a leggere

La sterilizzazione del gatto

Molte persone, ancora oggi, ritengono che la sterilizzazione sia una crudeltà verso il gatto che deve essere libero di procreare. Vediamo allora perché riteniamo che la sterilizzazione sia invece necessaria. Continua a leggere

Gestazione e parto del gatto

Se l’accoppiamento del gatto è andato a buon fine, dopo circa 58-70 giorni (molto dipende dalla razza d’appartenenza del gatto) nasceranno i gattini. Alcuni dei segni che possono confermare la gravidanza della gatta sono l’aumento ponderale, il rigonfiamento dell’addome, l’arrossamento dei capezzoli intorno alla quarta settimana di gravidanza e, talvolta, una maggiore dolcezza nella micia. Continua a leggere