Mal di denti nel gatto

Come noi umani, anche il gatto può soffrire di mal di denti. Certe volte i motivi che portano al dolore sono evidenti al primo sguardo, altre volte, invece, vanno ricercati dal veterinario che può anche ricorrere all’uso di lastre per determinare il problema. Questo perchè non sempre il degrado del dente è nella parte visibile, che esce dalla gengiva. Spesso il problema può risiedere nella radice del dente.
Statisticamente circa 2/3 dei gatti sopra i 5 anni di età può manifestare problemi ai denti ad un certo punto della loro vita.

Quali sono i sintomi di possibili problemi ai denti nel gatto?
Il primo sintomo è sicuramente il dolore. Certe volte, può diventare così acuto da far contrarre il gatto persino se sedato nel caso in cui il dente malato venga toccato. Molto spesso il dolore porta il gatto a nutrirsi con riluttanza, ogni pressione al dente può essere estremamente dolorosa. Un gatto affamato potrà tentare ugualmente di mangiare, ma potrà spesso capitare di vedere il cibo sfuggirgli di bocca essendo lui impossibilitato a masticare abitualmente.
Un dolore a lungo protratto nel tempo potrebbe far deperire velocemente il gatto che non riuscirebbe a nutrirsi a sufficienza se non, addirittura, per nulla. Alcuni gatti arrivano persino a non riuscire più ad abbeverarsi rischiando una pericolosissima disidratazione.

Altri sintomi che possono far pensare ad un gatto con problemi ai denti sono:

  • Eccessiva salivazione
  • Sangue nella zona del muso e della bocca
  • Alitosi, alito cattivo e pesante
  • Manifestazione dolorosa come pianto, miagolii e soffiate se toccato nella zona della bocca
  • Possibili tentativi di portarsi spesso la zampa alla bocca come per toccarsi
  • Ad un’analisi della bocca del gatto potreste notare una linea rossa o del rossore accompagnato da gonfiore nel punto in cui il dente entra nella gengiva

Come viene trattato solitamente il dolore ai denti nel gatto?
Di solito il mal di denti viene risolto con l’estrazione del dente che causa il forte dolore nel gatto. Questo porta il gatto a ristabilirsi in modo molto veloce… tolto il dente, tolto il dolore. Anche con diversi denti estratti un gatto può condurre una vita normale ed avere un’alimentazione priva di problemi, con le giuste accortezze. Sarà preferibile, in accordo con il veterinario, preferire cibi più morbidi, adatti alla sua condizione. Non è comunque detto che i croccantini vadano esclusi. Molti gatti, infatti, pur privati di diversi denti, riescono ugualmente a nutrirsi con il cibo secco senza problemi.

Di seguito alcune tra le cause più comuni per il mal di denti nei gatti:

  • Dente con ascesso
  • Dente rotto
  • Gengivite
  • Parodontite
  • Corpi estranei oppure ossa incastrati nei denti
  • Malattia renale
  • FeLV
  • Stomatite
  • Tumori della bocca

Controllate regolarmente la bocca del vostro gatto. Il modo più semplice per farlo è utilizzare un cotton fiock da strofinare delicatamente attorno alle gengive. Se vedete reagire dolorosamente il vostro gatto o se notate tracce di sangue, rivolgetevi al più presto al vostro veterinario di fiducia.
Questo articolo è stato scritto a puro scopo informativo ed in alcun modo può sostituire il parere di un veterinario.