Lo scheletro del gatto

Se si tralasciano caratteristiche come dimensioni e portamento, lo scheletro del gatto ha diverse somiglianze con quello dell’uomo. Una differenza è costituita alla colonna vertebrale che nel gatto comprende un maggior numero di vertebre a causa della presenza della coda.
Rispetto a quelle umane, le articolazioni vertebrali presentano una minore rigidità conferendo alla schiena una maggiore flessibilità. E’ proprio grazie a questa caratteristica che i gatti riescono ad infilarsi anche in spazi molto stretti e che sono in grado di inarcare il dorso fino a formare una “gobba”.
Il motivo invece per cui i gatti non possono eseguire movimenti laterali è dovuto alla ridotta presenza della clavicola di cui posseggono solo un piccolo frammento nascosto tra i pettorali. Se avessero avuto una clavicola normale non sarebbero potuti passare in spazi angusti ed inoltre la lunghezza del passo sarebbe stata di molto limitata impedendo gli scatti così agili e la velocità nel correre; tutte cose che allo stato attuale li rendono dei magnifici ed efficienti predatori.