L’anatomia del gatto

Il gatto appartiene ai mammiferi e ne ricalca la struttura di base: scheletro, organi e tessuti, apparato muscolare e circolatorio. E’ un carnivoro predatore e la sua struttura ha subito nel tempo delle modifiche atte a migliorare le sue innate doti di cacciatore.
Le caratteristiche maggiormente evidenti in un gatto sono l’agilità, la velocità, i movimenti rapidi e molto silenziosi così come la capacità di infilarsi in spazi stretti. Il suo scheletro ed i suoi arti sono infatti specializzati per rispondere a queste caratteristiche uniche.
Nel mondo esistono oggi circa cinquecento milioni di esemplari di gatti domestici a dimostrazione del fatto che il gatto sta velocemente godendo di una nuova attenzione da parte delle persone. Una volta, infatti, i gatti erano per lo più considerati utili, mentre ora rivestono a pieno il ruolo di compagni di vita all’interno delle nostre case proprio come avviene per i cani.
Parte della sua rinnovata fama il gatto la deve alla sua aria misteriosa che da sempre attrae ed affascina l’uomo, ma anche al fatto che risulta un ottimo compagno per bambini, anziani e persone sole grazie alla sua buona autosufficienza e relativamente facile gestione.
Nonostante questo il gatto, come tutti gli animali, necessita di cure ed attenzioni ed è un impegno da non sottovalutare. Ricordate che i gatti hanno una spiccata individualità e che quindi non amano un rapporto basato sul possesso bensì apprezzano un compagno con cui instaurare un rapporto paritario. I gatti non desiderano ricevere attenzioni soffocanti, ma in cambio di rispetto ed affetto vi sapranno ricompensare con una varietà vastissima di attenzioni che vi legheranno a loro indissolubilmente. Saranno a tutti gli effetti dei veri e propri compagni di vita per tutti i membri della famiglia. Discreti, ma presenti, attenti a tutto quello che accade in casa ed ai suoi abitanti.