Gatti & Co - Dove i gatti sono di casa > La Salute Del Gatto > L’acne nel gatto: cause, sintomi e trattamento

L’acne nel gatto: cause, sintomi e trattamento

Cos’è l’acne felina?
L’acne felina è un problema comune nei gatti. Si può notare spesso sul mento e sulle labbra del gatto. Spesso i sintomi sono molto blandi, per cui l’acne può passare anche completamente inosservata. Può interessare gatti di ogni età, sesso e razza.

Le ghiandole sebacee secerneano dell’olio chiamato sebo che lubrifica la pelle e previene secchezza ed irritazione. Le ghiandole sebacee si trovano in numero maggiore su dorso, palpebre, mento, alla base della coda, labbra, scroto e prepuzio. Queste sono connesse ai follicoli del pelo.

Le ghiandole giocano inoltre un importante ruolo nel marcare il territorio; qualsiasi persona che viva con un gatto avrà sicuramente avuto modo di notare come i gatti marchino il territorio sfregando mento e faccia sugli oggetti. Nel tempo, questo sfregarsi, lascerà delle leggere tracce di untuosità.

In presenza di acne, i follicoli vengono ostruiti da matariale sebaceo scuro, causando dei veri e propri punti neri. In certi casi questi punti neri potranno irritarsi causando rigonfiamenti infetti e persino delle pustole.

Da cosa è causata l’acne felina?
Le cause esatte per cui anche i gatti soffrono di acne sono al momento ancora sconosciute. Ci sono diversi possibili motivi che includono:

  • Stess.
  • Utilizzo di ciotole di plastica per cibo ed acqua che, essendo porose, possono trattenere con maggiore facilità i batteri che si andranno poi a depositare sul mento del gatto. E’ stata anche avanzata l’ipotesi che l’acne sia una reazione allergica alla plastica delle ciotole.
  • Scarsa igiene da parte del gatto.
  • Giandole sebacee particolarmente attive.
  • Allergie alimentari.

Quali sono i sintomi dell’acne felina?
  • Mento e, talvolta, labbra presentano punti neri e commedoni che possono essere scambiati per semplice sporcizia.
  • Infezioni secondarie possono portare a gonfiore, rossore, pustole e sanguinamento dovuto all’irritazione.

A causa della somiglianza di questi sintomi con altri di differenti malattie, è opportuno che il gatto venga visitato da un veterinario per una corretta diagnosi e cura.

Come viene curata l’acne felina?
Il trattamento dell’acne nei gatti dipende dal grado di severità con cui si presenta. Lo scopo è quello di eliminare l’eccesso di sebo. Alcuni trattamenti includono:

  • Se le condizioni sono abbastanza buone, con pochi commedoni, si consiglia il trattamento topico.
  • Generalmente si utilizza un detergente non aggressivo accompagnato dall’uso di un sapone antibatterico, acqua ossigenata o solfato di magnesio.
  • Vitamina A ad uso topico.
  • Retinoidi.
  • Nei casi più severi si usa pulire la parte con del gel contenente perossido di benzoile oppure clorexidina per poi utilizzare dei glucocorticoidi per ridurre l’infiammazione.

Nelle forme molto severe il veterinario potrà decidere di tagliare il pelo nell’area interessata per favorire una maggiore pulizia e traspirazione della pelle, somministrare antibiotici per via orale per trattare l’infezione e somministrare glucocorticoidi per via orale, come il prednisone.
Ricordate di non somministrare mai cure fai-da-te al gatto! Una visita veterinaria è essenziale e non utilizzata mai medicinali ad uso umano senza il parere del veterinario.

C’è modo di prevenire l’acne felina?
Sì, ecco alcuni suggerimenti:

  • Passate dall’uso di ciotole in plastica a quelle in vetro, ceramica oppure acciaio.
  • Lavate accuratamente le ciotole del gatto quotidianamente.
  • Detergete il mento del gatto dopo i pasti, se il gatto tende ad avere problemi di acne.