Il gatto di razza Sphynx

Cenni storici
Fin dall’era più antica cuccioli totalmente nudi sono apparsi come mutazione spontanea in cucciolate di gatti normali in varie parti del mondo. Nel 1902, una coppia del New Mexico (i signori Albuquerque), ricevette da alcuni indiani di un pueblo locale due gatti nudi, Nellie e Dick, che si racconta fossero gli ultimi rimasti di un’antica razza allevata dagli aztechi; i due gatti non furono accoppiati e non diedero così vita ad una discendenza.
Col proseguire degli anni altri casi di mutazioni spontanee vennero a conoscenza dell’opinione pubblica (1936 in Carolina del Nord, 1938 e Francia) fino al 30 Gennaio del 1966 quando in Ontario (Canada) una gatta bianca e nera dalla pelliccia normale, Elizabeth, diede alla luce una femmina bianca e nera totalmente nuda, chiamata in seguito Prune. Gli allevatori Rydiadh e Yania Bawa ed Keese e Rita Tenhove recuperarono la micina e decisero di chiamare questa nuova razza “Moonstone Cats”, “Canadian Hairless”, “Chat Sans Poil” e poi finalmente “Sphynx”.
Nel 1975 una gattina soriana brown tabby, Jazabelle, che viveva nella fattoria dei Pearson nel Minnesota, diede alla luce una cucciolina nuda chiamata poi Epidermis. Nel 1976 Jazabelle partorì nuovamente, all’interno della cucciolata vi era una nuova gattina nuda, Dermis. Nel Giugno del 1978 a Toronto (Canada) Shirley Smith, un’allevatrice di Siamesi, fu chiamata per recuperare due gatti abbandonati nati da una gattina randagia, uno di questi micini era un gatto nudo bianco e nero che fu chiamato Bambi. Bambi era malconcio, e i suoi genitali erano malamente compromessi e mutilati, dovette così essere sterilizzato. La madre di Bambi diede nuovamente alla luce dei gattini nudi; nel 1979 e nel 1980, da due cucciolate diverse, nacquero Paloma e Punkie.

Da questi gattini rinvenuti negli anni 70’ cominciò il programma di selezione di alcuni allevatori con lo scopo di mantenere in vita questa mutazione genetica di gatti completamente nudi, e attraverso accoppiamenti con gatti Devon Rex e con gatti di casa (da cui appunto lo sphynx nasce come mutazione naturale), per poter aumentare il pool genetico della razza, iniziò piano piano lo sviluppo di questo particolare gatto. Nel 1985 Walt e Carol Richards, dell’allevamento Britanya nel Texas, iniziano un programma di allevamento incrociando Devon Rex (di cui sono allevatori) e Sphynx.
Da una loro Devon, Britanya’s Aida Lott, accoppiata con Chnoem de Calecat (ET), nacquero quattro cuccioli che faranno la storia della razza comparendo come antenati in moltissimi pedigree.
I cuccioli, Britanya’s Lady Godiva, Britanya’s Lord E I’m Naked, Britanya’s Baroness Quizzit, e Britanya’s Gremlin of Petmark, furono esposti ad Anaheim (California) dove Godiva fu il primo Sphynx ad ottenere il titolo di Supreme Grand Champion TICA. Da allora nuovi cuccioli nudi di mutazioni naturali sono nati, e molti sono stati usati per allargare il patrimonio genetico della razza. Molti passi sono stati fatti per evitare inbreeding stretto che porta all’insorgenza di malattie genetiche e ancora oggi è in corso un programma di ibridazione con il gatto domestico arrivando a dei risultati sorprendentemente buoni. Nel 2001 anche la FIFe (associazione Felina più “conservatrice”) ha riconosciuto lo Sphynx come razza, esaltandone robustezza e salute.

Caratteristiche fisiche
Lo Sphynx è un gatto la cui caratteristica fisica principale, e ben visibile, è quella della nudità; il suo grado di nudità varia da gatto a gatto, vi sono infatti esemplari completamente nudi ed altri con buffissimi ciuffetti di pelo su orecchie, coda o zampine; la qualità della pelle stessa varia a seconda degli esemplari, si possono avere gatti con pelle di tipo “peach”, simile ad una pesca, altri con pelle “rubber” simile ad una soffice gomma, e alcuni rari esemplari con pelle “wax” simile ad una candela. Ogni tipo di pelle ha le sue peculiarità e ognuno, a suo modo, è molto particolare; solitamente gli esemplari “wax” tendono a sporcarsi maggiormente e per questo sono in numero inferiore.
Un’altra caratteristica dello sphynx è quella di avere delle grandi orecchione, posizionate abbastanza larghe alla base e non in posizione “dritta”, non devono però avere la posizione laterale che hanno quelle dei gatti Devon Rex. La testa dev’essere LEGGERMENTE più lunga che larga, ma è un grave difetto un gatto sphynx con un muso lungo “stile siamese”. Il profilo deve essere segnato da un leggero break, significa che il naso NON deve essere dritto ma avere una leggera pieghetta nel mezzo.
Il corpo di questo gatto deve essere particolarmente muscoloso con un petto bel delineato e delle zampe dall’ossatura ben prestante; è richiesta una pancetta abbastanza prominente, che alzando il micio sulle zampe anteriori lo fa sembrare una “bottiglia di Perier”.
I maschi possono essere sorprendentemente pesanti ed arrivare a pesare in alcuni casi anche 5/6 chili. Importante è anche che questi gattini abbiano dei cuscinetti plantari molto “cicciotelli” che sembrano farli camminare su dei piccoli air-bag.
Fondamentale nello sphynx è anche la presenza di occhi molto espressivi a forma di limone, che danno luce e espressione al loro carattere molto particolare. Non tarderete poi a notare che peculiare nello sphynx è la temperatura del suo corpo, essendo nudo emana tutto il suo calore corporeo e al tatto avrà una temperatura superiore agli altri gatti, che lo fa sembrare una piccola stufetta.

Carattere
Ogni caratteristica fisica dello Sphynx lo rende particolare agli occhi, non di meno particolare ed “estremo” è il suo carattere; ogni cosa in lui è amplificata! La parola padrone con lo Sphynx è da dimenticare, voi sarete il SUO umano!
Per lui non esiste essere “sottomesso” a qualcuno, lui è PARTE INTEGRANTE della famiglia, e sa far di tutto affinchè lo sentiate anche voi in tal modo. Come il lontano cugino Devon Rex, questo gatto ha un carattere MOLTO dolce e MOLTO giocherellone, le sue giornate passano inesorabili fra folli corse e salti su divani, tavoli, e quant’altro possa essere utile ad acrobazie spesso molto buffe; e lunghissime dormite appisolati nelle posizioni più strane ed impossibili che voi abbiate mai potuto vedere.
Decidere di “farvi adottare” da uno Sphynx significa voler cambiare la vostra visione della vita, ogni cosa sarà assolutamente rivolta verso di lui, non sarà di certo una presenza di cornice nelle vostre giornata; sarà per voi impossibile dormire sonni tranquilli e solitari poiché avrete sempre un inquilino invadente nel letto, che vi bacerà e farà rumorosissime fusa; sarà impossibile cucinare senza averlo, nella migliore delle ipotesi, “urlante” alle vostre gambe, quando più spesso non intraprenderà il gioco di “vediamo chi si stanca prima se io a salire sul piano cucina o tu a mettermi giù”; sarà impossibile scrivere qualcosa al computer senza dover lottare con un dattilografo folle che aggiunge incomprensibili sequenze di lettere ai vostri scritti; sarà impossibile guardare il televisore appisolati sul divano senza averlo sulle vostre braccia che si struscia sul volto, onde evitare che voi possiate anche solo pensare di considerare la TV più di lui, finchè non cadrà addormentato sul vostro ventre e vi farà da utilissima “boule dell’acqua calda”.
Lo Sphynx non è un gatto che può portare compagnia in una casa, lo Sphynx è un gatto che la casa la monopolizza, è un clown nato e con le sue gesta e il suo affetto non renderà noioso anche un solo minuto in appartamento.
Per questo lo Sphynx è un gatto che ha continuo bisogno di compagnia, non è il gattino che si può lasciare solo per molte ore al giorno, in quanto troverà sicuramente il modo per “distrarsi” e altresì il modo per obbligarvi, una volta tornati a casa, ad interminabili sedute di coccole per riparare all’affronto di averlo, a suo modo di vedere, abbandonato per così tanto tempo, ecco perché solitamente viene acquistato da persone che possono passare del tempo con lui, o in alternativa gli si affianca un altro compagno felino, di qualsiasi razza, o anche NON di razza, tutto va bene pur di non star soli!
Ogni cucciolo poi ha chiaramente un suo carattere diverso, in quanto essere vivente, ma ciò che è sicuro è che avere questo tipo di gatto significa avere in casa una continua sorpresa! Il suo dono è quello di rendere ogni giorno con lui un enorme e meravigliosa avventura, chi lo ha avuto con se non ha potuto poi non innamorarsi di questo GATTO-BAMBINO, più umano che gatto!

Cure
A differenza di ciò che può apparire, lo Sphynx è un gatto molto sano e robusto, ma come ogni gattino di razza “ha il suo tallone di Achille” che in questo caso è rappresentato dalla sua notoria nudità.
Questo non significa assolutamente che deve essere tenuto in una campana di vetro, ma come proprio tutti noi umani, sente il freddo; un luogo freddo per noi lo è anche per lui!
Ecco perché è un gatto esclusivamente d’appartamento dove può trovare all’occorrenza coperte, cucce, divani e quant’altro gli possa essere utile per russare al caldo tepore casalingo.
La pelle dello Sphynx reagisce proprio come una normale pelle e per questo ha bisogno di essere protetta dai raggi solari con una crema a schermo totale, onde evitargli dolorose scottature estive, mentre si gode il primo sole spaparanzato vicino alle zanzariere delle nostre finestre.
Un’altra caratteristica di questo gatto è quella di “sudare”, o ancor meglio diciamo che il suo olio corporeo non ha peli che lo trattengano ed ecco quindi che un bagnetto ogni 2 settimane circa servirà per togliere l’unto dal suo corpo e farlo tornare perfettamente pulito, spesso si utilizzano però salviettine bagnate per non alterargli il PH corporeo e rendere “l’operazione pulizia” anche molto veloce.
Con le sue enorme orecchione pelate, la razza è poi caratterizzata da una produzione abbondante di cerume, che si tiene tranquillamente sottocontrollo con settimanali pulizie del padiglione auricolare (solo la parte esterna, Mai addentrarsi nel canale uditivo) con normali bastoncini per le orecchie.
Come ogni gattino di razza, lo Sphynx ha bisogno di cibo bilanciato e soprattutto di ALTA qualità, solamente le dosi saranno leggermente superiori a quelle degli altri gattini, visto che le calorie al nostro amico nudo servono anche a mantenere un metabolismo attivo per una temperatura corporea abbastanza alta. Non è un gatto da lasciare a se stesso senza cure, ma con una mezz’oretta a settimana per tagliare le unghiette e per la pulizia orecchie ed eventualmente “pelle” lo Sphynx ha il grande vantaggio di NON lasciare peli per casa e di non necessitare di cure particolarmente elaborate.

Allergia
Lo Sphynx viene spesso considerato un gatto anallergico per la sua nudità, la maggior parte delle persone però è in realtà allergica ad un enzima presente nella saliva che un gatto usa per lavarsi il corpo, e non al pelo in sé; prima di orientarvi verso uno Sphynx assicuratevi quindi che il vostro tipo di allergia sia verso il pelo, ed eventualmente passate alcune ore in un allevamento per testare la vostra reazione allergica.

Credits: Allevamento Danaan’s