I gatti ed il fumo passivo

È scientificamente provato che il fumo, oltre a nuocere alla nostra salute, sia nocivo per quella dei nostri amici animali.
I dati scientifici dei ricercatori della Tufts University del Massachusetts riportano questo: un gatto sano esposto al fumo passivo ha tre volte più possibilità di essere colpito da tumori rispetto ad un micio che non vi viene esposto.
Uno dei maggiori problemi legati al fumo passivo sono anche le diverse forme asmatiche che potrebbero sviluppare i gatti. Ma non è solo il fumo nell’aria ad essere pericoloso, lo sono infatti anche le particelle di tabacco che, andandosi a depositare su pelo, vengono poi ingerite dal gatto che, leccandosi, si pulisce.
Recentemente persino il sindaco di New York, Michael Bloomberg, ha lanciato una campagna per sensibilizzare ed avvisare dei pericoli del fumo passivo a cui spesso sono sottoposti i nostri amici animali.
Se non riusciamo a smettere di fumare almeno evitiamo di farlo in una stanza in cui è presente anche il gatto e, dopo aver spento la sigaretta, ricordiamoci di far arieggiare la stanza per alcuni minuti.