premetto che questa mia curiosità è mossa dallo sconforto.

avete una vaga idea di quale sia il paese "ideale" dove vivono vicini uomini e animali?

il problema agli occhi di persone sensibili e che non accettano questa "civiltà" sono sempre gli stessi e che conosciamo un po' tutti.

randagismo spropositato, avvelenamenti, gatti impallinati o presi a calci, o investiti dalle auto.
e altro ancora, come quando certi padroni aizzano il loro cane anche verso gattini di un mese.

da poco riflettevo e traevo conclusioni; penso che i gatti, sopra tutto quelli che vivono in città, siano gli animali che traggono molto più svantaggio che beneficio.
rischiano ogni santissimo giorno la vita solo per essere al mondo e trovare qualcosa da mangiare.

nessuna brutta esperienza, ma da pochi mesi si è fatto vivo un randagio di pochi mesi che staziona sotto il mio palazzo. e pochi giorni fa un/una giovane squametta.
io e una ragazza ci preoccupiamo di sfamarli per bene, ma mi dà parecchia ansia.

perché non lo adotto è un'altra discussione, ma ci ho provato comunque.