Gatti & Co - Dove i gatti sono di casa > Articoli Sui Gatti > Consigli per la scelta di un buon cat sitter

Consigli per la scelta di un buon cat sitter

Quando si pensa all’estate ed alle vacanze solitamente ci si preoccupa di trovare un posto di villeggiatura, un buon albergo e tutti i comfort del caso.
Oltre a tutto questo, i proprietari di cani e gatti devono anche preoccuparsi di trovare una sistemazione per i propri amici, magari un cat sitter. Non tutti infatti sono in grado portare il proprio compagno peloso con sé in vacanza.

Ci sono diverse soluzioni possibili. Si può chiedere ad un amico o parente di badare al gatto al nostro posto facendogli visita direttamente a casa nostra o portandolo presso la sua abitazione. C’è chi preferisce lasciare il proprio micio presso delle pensioni pensate apposta per loro, ma noi personalmente non propendiamo per questa soluzione.

Se è possibile consigliamo di lasciare il proprio gatto tranquillo presso la propria abitazione cercando di reperire qualcuno che possa occuparsi di lui almeno una volta al giorno.

Nel caso nessuno della vostra cerchia di conoscenti fosse disponibile ad occuparsi del micio con costanza, consigliamo di contattare un cat sitter.

Chi sono e cosa fanno i cat sitter?
I cat sitter sono persone che, solitamente dietro un compenso stabilito insieme al proprietario dell’animale, si occupano del gatto, direttamente presso il vostro domicilio.

In genere si occupano di tenere pulite le cassettine del micio, di cambiare l’acqua, distribuire il cibo e di far un po’ giocare e coccolare il gatto.

Ecco una lista indicativa di quello che dovreste chiedere ad un cat sitter prima di affidargli il vostro gatto:

  • Ha delle referenze da mostravi?
  • Che esperienze ha avuto, di cosa s’è occupato nel suo lavoro di cat sitter?
  • Da quanto tempo fa questo lavoro?
  • Cosa include il suo servizio? (Per esempio: si limita a pulire la lettiera ed a cambiare acqua e cibo oppure passa anche del tempo a giocare e coccolare il gatto? Si occupa anche di annaffiare le piante?
  • Ritira la posta? In caso il gatto stesse male si rende disponibile a portarlo da un veterinario ed occuparsi delle medicine? In questo caso sarebbe utile lasciare un piccolo fondo spese che vi farete poi restituire in caso non sia stato usato per le emergenze.)
  • Ha un piano di riserva nel caso in cui stesse male e non si potesse occupare del vostro gatto? Qualcuno disposto a prendere il suo posto finchè non fosse in grado di occuparsi del micio?
  • E’ automunito nel caso dovesse portare il vostro gatto presso il veterinario per un’emergenza?

Raccomandiamo di mettere sempre per iscritto gli accordi, anche monetari, che prenderete con il vostro cat sitter, farne due copie e consegnarne una a lui e tenerne una voi conservata. E’ utile far apporre sulle due copie la sua firma e la vostra per avere una piccola sicurezza in più.

Come reperire un cat sitter?
Il modo migliore è sicuramente il passaparola. Amici che hanno già avuto modo di rivolgersi a questa persona, qualcuno che vi possa effettivamente confermare un’esperienza positiva.

Forse potrebbe aiutarvi anche il vostro veterinario, certe volte sono informati al riguardo e conoscono persone che si rendono disponibili a questo lavoro oppure espongono dei volantini presso i loro studi.

Cosa fare poco prima di partire?
E’ importante che tutti i dettagli siano chiari per entrambe le parti. Fate una lista da controllare il giorno prima di partire e controllate che sia tutto a posto e come stabilito con il vostro cat sitter.

  • Se avete più di un gatto con diete differenti, lasciate scritta una nota informativa per il cat sitter in modo che non possa sbagliarsi al momento di dare la pappa ai mici. Se ci sono particolari indicazioni da rispettare scrivete anche quelle, per esempio la quantità di cibo. Ricordatevi di controllare le scorte di pappa in modo che non manchi niente e che sia tutto a portata di mano. Lasciate anche una nota nel caso vi siano alimenti che non devono essere assolutamente dati al gatto.
  • Controllate di aver consegnato una copia delle chiavi di casa e di aver spiegato l’eventuale funzionamento dell’allarme di casa.
  • Se avete gatti che necessitano di particolari medicazioni controllate di averne parlato con il cat sitter e lasciate una nota anche in questo caso.
  • Controllate di aver lasciato abbastanza sabbietta per la pulizia della lettiera e d’aver mostrato il luogo in cui la conservate.
  • Avete parlato del carattere di ogni vostro gatto? Il cat sitter è stato già informato dell’abituale comportamento dei vostri gatti?
  • Accertatevi di aver fornito tutti i modi per contattarvi mentre sarete in vacanza, quindi numero di cellulare, dell’albergo, ecc…
  • Lasciate anche il nominativo del vostro veterinario di fiducia in caso ce ne fosse bisogno.
  • Controllate di aver lasciato un fondo emergenza per le eventuali prime cure del vostro gatto e per le spese del veterinario. Nel caso non venisse usato ve lo farete rimborsare (scrivete anche questo sul mini contratto).
  • Ricordate di portare con voi i recapiti del vostro cat sitter.
  • Se possibile lasciate al cat sitter il numero di telefono di un vostro amico o parente da contattare in caso di necessità.
  • Ricordate di lasciare chiuse a chiave le porte delle camere in cui non desiderate che i gatti ed il cat sitter abbiano accesso.
  • E’ importante confermare il tutto al vostro cat sitter il giorno prima di partire per controllare che sia tutto chiaro.